Si insedia il nuovo consiglio del Comites

Un messaggio dal nuovo presidente, Davide Accomazzo

IL COMITES CHE SI MUOVE

Cari Italiani residenti nel nostro distretto consolare,

Davide accomazzo

E’ con grande orgoglio ed entusiasmo che annuncio il passaggio di consegne al nuovo COMITES, eletto il Dicembre 4, 2021.

Il nuovo COMITES e’ un gruppo giovane fatto di professionisti, imprenditori ed accademici che vuole rompere con il passato e presentarsi come forza progettuale e propositiva per la nostra comunita’.

Nel processo organizzativo e di campagna elettorale, ci siamo resi conto che l’istituzione COMITES e’ generalmente sconosciuta o interpretata in maniera erronea dai nostri connazionali.  Questa situazione e’ senz’altro il risultato di anni spesi dai comitati in scontri politici e con poca sinergia con gli altri organi istituzionali. 

La mancata progettualita’ non ha permesso al COMITES di focalizzarsi sugli elementi fondamentali del nostro rapporto con la comunita’:

  • Ascoltarvi
  • Rappresentarvi
  • Essere una forza coesiva per tutti voi

Tutto cio’ deve cambiare. La nostra missione deve centrarsi su un cambiamento di direzione deciso ma soprattutto concreto. Il nuovo COMITES vuole essere un COMITES che si muove, un COMITES che agisce malgrado le inerenti difficolta’ e gli inevitabili errori.

Vogliamo essere radicali ma non nell’ideologia, quanto nel raggiungimento di obiettivi utili.  Non ci aspettiamo rivoluzioni, ma cambiamenti incrementali conquistati con pazienza ed opera di volontariato,

In maniera concreta proponiamo il seguente corso d’azione:

  1. Una utilizzazione degli strumenti di comunicazione efficiente e mirata a propagare informazioni utili ai vari interessi della comunita’: dall’informazione imprenditoriale all’effetto “piazza” per gli eventi sociali e famigliari.  Ci impegnamo a rivedere e consolidare la strategia mediatica attraverso il nostro sito e i social media ancillari.
  • Coordinazione e creazione di sinergie tra eventi programmati dal nuovo COMITES e da diverse entita’ ma di interesse culturale o commerciale per tutta la comunita’. 
  • Operare come cabina di regia e consulenza per varie tematiche.  A tale scopo abbiamo creato delle commissioni di lavoro gestite da consiglieri con “know-how” specifico in ogni area:
  • Commissione Lingua e cultura, dedicata alla promozione della lingua, arte e moda:
    • Presidente: Cinzia Moniaci 
    • Consiglieri: Rossella Pescatori,  Patrizia Sturla 
  • Commissione Università e Ricerca, dedicata allapromozione e coordinamento della ricerca universitaria sul nostro territorio:
    • Presidente: Marco Gottini
    • Consiglieri: Rossella Pescatori, Davide Accomazzo
  • Commissione Imprenditoria e Commercio, dedicata allapromozione dell’ imprenditoria italiana e alla ottimizzazione della liaison commerciale USA-ITA:
    • Presidente: Lorenzo Lisi
    • Consiglieri: Patrizia Sturla, Enrico Parodi, Davide Accomazzo
  • Commissione Relazioni Comunità, dedicata al miglioramento delle relazioni con le varie comunità italiane e al monitoraggio e quantificazione del nostro operato con le comunità:
    • Presidente:Rossella Pescatori
    • Consiglieri: Gabriella Ferrero, Emanuela Soldano, Alfonso Copia
  • Commissione Comunicazione e PR, dedicata all’ottimizzazione della nostra strategia di comunicazione:
    • Presidente: Gabriella Ferrero
    • Consiglieri: Emanuela Soldano

A breve, ci impegnamo ad introdurre alla comunita’ ogni consigliere in modo che l’esperienza di ognuno diventi parte del tessuto collettivo. I consiglieri saranno disponibili per attivita’ di supporto informativo e di networking.

A piu’ lungo raggio, vorremmo riuscire a creare un “centro di gravita’ permanente,” come cantava anni fa l’iconico Franco Battiato.  Un centro di gravita’ non solo digitale ma anche fisico dove la nostra italianita’ possa sbocciare e rinnovarsi.  Ci vorra’ tempo, risorse ma soprattutto visione e collaborazione.

La via del successo in questa idea di un COMITES nuovo, passa non solo da noi ma anche da voi. Fatevi partecipi dell’esperienza, aiutateci a capire come possiamo essere migliori, siate realistici nelle aspettative ma autorevoli nel giudizio degli obiettivi raggiunti.

Essere italiani all’estero e’ una grande responsabilita’. Non siamo solo viaggiatori ma costruttori di sogni e vettori di una grande storia.  In fondo siamo tutti figli di Lorenzo De Medici.  Ma siamo anche il seme di un futuro diverso, figlio del passato e del presente che ogni giorno costruiamo con piccoli e grandi atti.

Creiamo questo presente tutti insieme!

Davide Accomazzo Presidente, nuovo COMITES

REFERENDUM COSTITUZIONALE EX ART. 138 DELLA COSTITUZIONE INDETTO PER IL 20 E 21 SETTEMBRE 2020.

VOTO PER CORRISPONDENZA DEI CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO. MODALITA’ DI ESERCIZIO DEL DIRITTO DI OPZIONE PER IL VOTO IN ITALIA.

Scarica il modulo per l’opzione degli elettori residenti all’estero per l’esercizio del diritto di voto

Con decreto del Presidente della Repubblica del 17 luglio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 luglio 2020, è stata fissata al 20-21 settembre 2020 la data del referendum confermativo popolare, originariamente indetto per il 29 marzo e poi sospeso, sul testo di legge costituzionale recante “modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, che vedrà coinvolti anche i cittadini italiani residenti all’estero.

Si ricorda che il VOTO è un DIRITTO tutelato dalla Costituzione Italiana e che, in base alla Legge 27 dicembre 2001, n.459, i cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali, possono VOTARE PER POSTA. A tal fine, si raccomanda quindi di controllare e regolarizzare la propria situazione anagrafica e di indirizzo presso il proprio consolato.

È POSSIBILE IN ALTERNATIVA, PER GLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO ED ISCRITTI ALL’AIRE, SCEGLIERE DI VOTARE IN ITALIA PRESSO IL PROPRIO COMUNE DI ISCRIZIONE ELETTORALE, comunicando per iscritto la propria scelta (OPZIONE) all’Ufficio Consolare comptetente entro il 10° giorno successivo alla indizione delle votazioni. Gli elettori che scelgono di votare in Italia in occasione della prossima consultazione referendaria, riceveranno dai rispettivi Comuni italiani la cartolina-avviso per votare presso i seggi elettorali in Italia.

La scelta (opzione) di votare in Italia vale solo per una consultazione referendaria.

Si ribadisce che in ogni caso l’opzione DEVE PERVENIRE (tramite consegna a mano o per invio postale o telematico, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore) all’Ufficio consolare competente NON OLTRE I DIECI GIORNI SUCCESSIVI A QUELLO DELL’INDIZIONE DELLE VOTAZIONI, OVVERO ENTRO IL GIORNO 28 LUGLIO 2020.

Tale comunicazione può essere scritta su carta semplice e – per essere valida – deve contenere nome, cognome, data, luogo di nascita, luogo di residenza e firma dell’elettore, accompagnata da copia di un documento di identità del dichiarante. I residenti nella circoscrizione consolare del Consolato Generale d’Italia in Los Angeles potranno inviare i moduli di opzione per posta al seguente indirizzo:

Consolato Generale d’Italia
1900 Avenue of the Stars, suite 1250
Los Angeles, CA 90067

oppure tramite mail alla casella di posta elettronica losangeles.elettorale@esteri.it (come modalita’ di spedizione alternativa a quelle descritte sopra).

Per tale comunicazione si può anche utilizzare l’apposito modulo scaricabile dal sito web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (www.esteri.it) o da quello del proprio Ufficio consolare.

Come prescritto dalla normativa vigente, sarà cura degli elettori verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare.

La scelta di votare in Italia può essere successivamente REVOCATA con una comunicazione scritta da inviare o consegnare all’Ufficio consolare con le stesse modalità ed entro gli stessi termini previsti per l’esercizio dell’opzione.

Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la Legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano. Solo gli elettori residenti in Paesi dove non vi sono le condizioni per votare per corrispondenza (Legge 459/2001, art. 20, comma 1-bis) hanno diritto al rimborso del 75 per cento del costo del biglietto di viaggio, in classe economica.

Il Consolato Generale d’Italia in Los Angeles e’ a disposizione per ogni ulteriore chiarimento. Eventuali quesiti potranno essere indirizzati alla casella di posta elettronica losangeles.elettorale@esteri.it.

2020 US Census – why it’s important to participate

The future of our local economy depends on getting everyone in Los Angeles County counted on the 2020 Census. As trusted messengers, business leaders and other organizations have a unique opportunity to make a positive impact for the next decade. 

How are Californians doing on the Census? 

As of today, 63.2% of households have self responded to the census. However, in Los Angeles County the most updated data shows us that we are falling behind and at risk of an undercount.

What would an undercount of LA county mean?

Our representation is at risk: Information from the census is used to allocate political representation at the local, state and national levels.
Federal programs that are helping families survive is at risk: Data from the 2020 Census will serve as a guide to determine the amount of funding the state would receive. In FY 2016 alone, California received $115 billion in public funding for schools, roads, health care, food assistance, workforce assistance, and other vital, community services.

Funds for emergency response and health institutions are at risk: Census data are critical for emergency planning and response. In the case of the COVID-19 pandemic, they can help identify where people who are vulnerable live so officials can implement key prevention efforts.

You haven’t missed your chance to participate in the 2020 Census! If your home hasn’t responded, a paper form is on the way.

Check your mailbox this week for your opportunity to bring education, health care, housing, and political power to your community. If a paper form doesn’t work for you, you can respond online or by phone.

There are so many ways to count yourself in the 2020 Census — don’t wait!

Go to https://2020census.gov/ for more information.

The census is safe and your information is private. It is illegal for anyone to share your information and there are laws that prevent anyone from providing your personal information to anyone.

Filling out the 2020 Census is easy. The 2020 Census will ask a few simple questions like your age, the number of children in your home and your marital status. The U.S. Census Bureau will send you a postcard to complete the survey online. If you don’t have access to the Internet, you can complete the census by mail or phone. Call 1-800-923-8282 for assistance.

Participation is important.

Each person counted in the census means more money will go to your community for the next 10 years for things like roads, schools, hospitals, and job programs.In the past, many communities have been left out of the census. It’s important for everyone living in the U.S. to be counted – citizens and non-citizens. With 10 million people living in LA County, we have a lot to gain.

Un punto di referimento per gli Italiani residenti all’estero