Category Archives: Leggi e Normative

All Italian Citizenship Applicants Now Required to Pass Language Exam – Find out more!

Fondazione Italia logoDue to a recent amendment in Italian law anyone who applies for Italian citizenship must prove an adequate knowledge of the Italian language. This means that applicants must obtain at least an Italian B1 certification in language competency.

What does the B1 Italian level of proficiency mean?

Applicants at a B1 level should be able to speak and write easily on everyday topics in which they can describe experiences and events, express their opinions, make comparisons and give suggestions. Applicants should also be able to read and understand the general meaning and main information of linear texts about general topics.

What grammar does the B1 level include?

Definite and Indefinite Articles, Qualifying Adjective, Personal Pronouns, Relative Pronouns, Possessive Adjectives and Pronouns, Demonstrative Adjectives and Pronouns, Interrogative Adjectives and Pronouns, Indefinite Adjectives and Pronouns, Combined Prepositions.

The following tenses of Regular, Reflexive, Modal and Irregular Verbs:
Present Indicative
Passato Prossimo Indicative
Imperfetto Indicative
Present Infinitive
Imperative
Present Conditional

How do I get certified for language competency in Los Angeles?

The only government approved certification exam offered in Los Angeles is the CILS  (Certiication of Italian as a Foreign Language) that is administered by the Istituto Italiano di Cultura twice a year. The next exam session will be on Tuesday, December 3, 2019. There is a fee associated with the exam.

What can I expect from the exam?

The University of Siena has created the CILS B1 Citizenship exam specifically for people seeking Italian citizenship. Please note that this exam is different from the standard CILS B1. The B1 Citizenship exam includes four parts and fewer tasks than the standard B1 exam: listening (2 tasks), reading and use of language (2 tasks), writing (1 task), speaking (1 task). Unlike the standard B1 exam, the CILS B1 Citizenship has to be passed in full which means if candidates fail one part of the exam, it is not possible to repeat only that part but they have to do the whole exam again

How do I prepare for the exam?

Fondazione Italia has recently launched two NEW online courses specifically geared to preparing students for the CILS B1 Citizenship exam.

B1 Preparation for Beginning StudentsThroughout this 30-week course, students will not only learn Italian at the required level but they will also learn specific skills that will help them pass the B1 Citizenship exam. No previous knowledge of Italian is necessary to attend this course but students must be committed to studying at home and completed all assignments. Participants are preparing to take the CILS B1 exam offered in May 2020.

Class Dates:
Sept. 11, 18, 25 / Oct. 2, 9, 16, 23, 30 / Nov. 6, 13, 20 / Dec. 4, 11, 18 / Jan. 8, 15, 22, 29 / Feb. 5 , 12, 19, 26 / Mar. 4, 11, 18, 25 /April 1, 15, 22, 29 (no class Dec. 26, Nov. 27, Jan. 2 & Apr. 8)

Time: Wednesdays 7:00 pm to 8:30 pm PST B1 Preparation for Intermediate StudentsThis 10-week course addresses the specific needs of those students who are planning to take the B1 exam on December 3, 2019. This course focuses on teaching the necessary skills to pass the B1 Citizenship exam. Previous knowledge of Italian at an intermediate level (3 years of study) is recommended to attend this course. Please, contact us to request an assessment test before enrolling.

Class Dates: Sept. 18, 25 / Oct. 2, 9, 16, 23, 30 / Nov 6, 13, 20Time: Wednesdays 7:00 pm to 8:30 pm PST

Pricing & Registration Information

Iscriversi all’AIRE online

Consolato Generale d’Italia a Los Angeles informa:

Sai che l’iscrizione all’AIRE si puo’ effettuare direttamente online? Con Fast It e’ faclissimo! Non e’ necessario presentare di persona i documenti, puoi caricarli direttamente da casa tua, e rimanere aggiornato sullo stato della tua pratica!

The Italian Consulate General of Los Angeles informs:

Did you know that you could register to AIRE directly online? With Fast It it’s extremely easy! It is not necessary to come in person, you can upload your request and supporting documents from the comfort of your home, keeping yourself updated on the status of your application.

Collegati sul portale/ Visit the new portal

Il nuovo portale per registrarsi all’AIRE

https://serviziconsolari.esteri.it

Iscriviti subito!
Signup today!

Consiglio Generale degli Italiani all’Estero

Lettera aperta per la difesa dei diritti di rappresentanza parlamentaredei cittadini italiani residenti all’estero.

A 18 anni dall’istituzione della circoscrizione Estero e a più di 15 anni dal primo esercizio di voto per corrispondenza, si mette in discussione il pieno riconoscimento dei diritti di cittadinanza di noi italiani residenti fuori d’Italia.

Al Senato e alla Camera si sta infatti discutendo la proposta di riforma per la riduzione dei parlamentari da 630 a 400 alla Camera e da 315 a 200 al Senato. Essa prevede anche il pesante taglio, dagli attuali 18 a soltanto 12 eletti nella circoscrizione Estero, da assegnare 8 alla Camera e 4 al Senato in rappresentanza di quattro ripartizioni elettorali in cui operano, prima di tutto a favore dell’Italia, quasi 6 milioni di cittadini italiani che vivono in tutto il mondo.

Questa proposta, che è solo aritmeticamente, ma non democraticamente, ipotizzabile, costituisce una gravissima lesione del principio di uguaglianza tra i cittadini, sancito dall’Art. 3 della Costituzione. Se approvata, determinerebbe una profonda discrepanza nel rapporto numerico  tra elettori ed eletti e un vulnus nell’applicazione dei basilari principi della democrazia, relegando i cittadini residenti fuori dai confini nazionali a una condizione di inferiorità e marginalità.

Il numero fisso e limitato degli eletti attribuiti alla circoscrizione Estero ha creato, fin dalla sua istituzione, un rapporto di rappresentanza più che sbilanciato a danno dei cittadini iscritti all’AIRE. Dal 2006 a oggi, la base elettorale in Italia è andata calando, mentre quella degli iscritti all’AIRE è aumentata del 60% circa e continua a crescere a causa dei flussi di emigrazione stabile, cui si aggiungono gli italiani temporaneamente all’estero, anch’essi in ascesa. Alla luce delle elezioni del 2018, il deputato eletto in Italia rappresenta 96.000 abitanti, l’eletto all’estero 400.000 iscritti AIRE; il senatore eletto in Italia rappresenta 192.000 abitanti, l’eletto all’estero 800.000 iscritti AIRE.

Se la riforma della Costituzione dibattuta dal Parlamento entrasse in vigore, lo squilibrio nella rappresentanza dei cittadini residenti all’estero rispetto a quelli residenti in Italia diventerebbe drammatico: un deputato eletto in Italia rappresenterebbe 150.000 abitanti, uno eletto all’estero 700.000 iscritti AIRE; un senatore eletto in Italia poco oltre 300.000 abitanti, uno all’estero oltre 1 milione e 400 mila iscritti AIRE.

Qualsiasi diminuzione dei diritti garantiti ai cittadini, basata sul luogo di residenza, non ha fondamento nella Costituzione italiana ed è chiaramente contraddetta dai suoi principi ispiratori.

Persistere in tale progetto significherebbe non soltanto ledere il diritto primario di cittadinanza dei connazionali che risiedono fuori d’Italia, ma anche inviare un messaggio negativo e controproducente a milioni di donne e uomini che sono i portatori e promotori più diretti ed efficaci degli interessi e dell’immagine dell’Italia nel mondo.

Per questo chiediamo indistintamente a tutte le forze parlamentari di considerare questa riforma costituzionale in esame come l’occasione migliore per riequilibrare equamente la rappresentanza parlamentare assegnata alla circoscrizione Estero e stralciare qualunque ipotesi di riduzione del numero degli eletti all’estero dalla ridefinizione del numero totale dei parlamentari.


Per saperne di più:

Parere del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero sulla proposta di diminuzione del numero dei parlamentari eletti all’estero

Download